— Monkey Business: companies are communities

Archive
Magie dell’art direction

post

Read More

Una sfida completamente nuova, che ci ha fatto riflettere sulle difficoltà di creare un’identità online da zero: è passato infatti dalla creazione del nome e del logo il lavoro svolto da Monkey Business per FoodStories, una nuova presenza online che si occuperà di di buon cibo e bravi produttori.

La scelta del nome ha premiato un approccio di storytelling, con nostra soddisfazione :-)

Foodstories logo by Monkey Business

Read More

Si potrebbero dire molte cose su un nuovo logo, ciò che significa per l’azienda, l’interpretazione del designer, l’investimento (economico, organizzativo, emotivo) che comporta.

Oppure, per una volta, si potrebbe stare zitti ed ammirare il bel lavoro di Laura.

logo berto salotti (monkey business)

berto salotti logo (monkey 2011)

Read More

Inizia il dialogo di un brand famoso e amato con la social network community più importante al mondo, quella di Facebook. E per rinforzare l’idea di community, la pagina si chiama “MrDaySiamoNoi”. Mi piace!


Read More

Il template Oulipo di WordPress.com ci ha aiutato a dare al blog di Matilde la luce e l’eleganza che merita questa bellissima idea (coinvolgere chi è appassionato di dolci pubblicando le sue ricette). Monkey cura anche la presenza di “Matilde” su Facebook, Twitter, Flickr.

Read More

Read More


Read More

Sapete come si fa una bella foto di food? Basta fare come Vermeer.

Parola di Carlo Facchini, intervistato da noi per il blog MatildeTiramiSu del Gruppo Vicenzi.
.

Read More

.
Veramente, anche se ci piacerebbe molto, i cuscini con le icone dei social network non li abbiamo inventati noi… però l’annuncio per l’evento in programma oggi 9 febbraio a Roma, nel’ambito della Social Media Week romana, quello sì è farina del nostro sacco.

Mentre la pubblicità è in uscita sulle pagine romane dei principali quotidiani, a Palazzo Giannelli Viscardi oggi si trovano Filippo Berto, Monica Fabris (GPF), Daniela Farnese aka Dania, Massimo Micucci (Reti), Roberta Milano e Davide Bartolucci (Shado Tv) per parlare di “Salotto 2.0 – I luoghi fisici dell’impresa, della vita e del desiderio nella società 2.0.

Purtroppo noi scimmie non saremo presenti,ma ci fa piacere saperli seduti belli comodi :-)

Read More


Quando si parla di loghi, la forma, il colore, il lettering concorrono a formare identità e memorabilità. Saremo forse immodesti, ma pensiamo che il nostro marchio Cowo sia tra i più riusciti, in questo importante confronto internazionale. [Via Deskmag]

Read More


Read More

Con molto piacere presentiamo la pagina pubblicitaria per gli affiliati al network di spazi di coworking Cowo®, un progetto che abbiamo sviluppato noi di Monkey Business, dapprima con le nostre postazioni, e successivamente con un progetto di rete (già ne abbiamo parlato qui).

Gli elementi ricorrenti dell’annuncio sono il formato rotondo dell’immagine, il marchio in bianco sulla foto e il titolo “Benvenuti in uno stile lavorativo nuovo”.

Il colore di fondo, invece, può variare a seconda della preferenza del coworking affiliato… di queste tre ipotesi, ad esempio, il Cowo Sassari/Baldedda ha voluto inaugurare la presenza pubblicitaria di Cowo con un bel giallo.

La pagina pubblicitaria è pianificata sulle testate in uscita in questo periodo in Sardegna.

[UPDATE – 4/4/2011: Anche nel triveneto, il Cowo Udine/Ufficity utilizza la stessa campagna, sulle testate locali. Il format inizia ad articolarsi…]

Read More

All’incirca un mese sì e un mese no, la nostra agenzia realizza un ebook divulgativo sui temi del marketing sul web.

“Realizziamo” significa che concorriamo alla redazione dei testi (Max) e poi vestiamo il bambino con un trattamento creativo opportuno (Laura).

Si tratta di un lavoro interessante perché, a differenza di tutto quello che esce da Monkey Business, questi ebook non nascono interamente qui, ma sono frutto di un’intuizione che abbiamo avuto insieme a Roberto Ghislandi di Web Marketing Garden, il progetto di formazione a cui collaboro anch’io per alcuni corsi.

Ne siamo molto orgogliosi perché ci risulta che questi ebook siano molto richiesti (sarà perché sono gratis? A noi piace pensare che tutti li vogliono perché son belli…), perciò abbiamo pensato di raccontare come li sviluppiamo.

Prima di tutto c’è il tema: Web Marketing il primo, poi sono seguiti Email Marketing, Social Media, Web Analytics.

Poi ci sono i testi, che ci vengono passati da Roberto ed editati internamente per dar loro un tono “horroroso”.

Eccone un paio di esempi tratti da “Web Marketing Horror“.

Ma la vera sfida è il trattamento: visto che la serie si chiama horror, il look deve essere degno di Stephen King o Wes Craven. E se parti da un tema come le Analytics, potrebbe sembrare un tantino tirato…

E invece Laura ci sorprende ogni volta, riuscendo a dare un’interpretazione sempre nuova, e sempre fedele al trattamento creativo richiesto.

Qui di seguito vedete le copertine di “Social Marketing Horror”, “Web Marketing Horror”, “Email Marketing Horror” e “Web Analytics Horror”, oltre ad alcune pagine interne, naturalmente anch’esse declinate in chiave horror.

Per chiunque sia interessato, gli ebook si possono richiedere gratuitamente qui, e vengono inviati via mail entro qualche giorno.

Have fun!

[UPDATE LUGLIO 2011 – IMPORTANTI, IMPORTANTISSIME NOVITA’ STANNO ARRIVANDO NEL MONDO DEGLI HORROR EBOOKS… TENETEVI PRONTI!]

Read More

.
“Engagement”
è una bella parola. Di quelle che vengono pronunciate spesso nelle riunioni di chi si occupa di comunicare brand e prodotti. Fin troppo spesso. (Che sia una nuova panacea di marketing?).

Il fatto è che, secondo noi, ogni brand deve trovare il suo approccio unico e distintivo, e soprattutto autentico, se vuole aspirare a un dialogo efficace con il proprio mercato. (A proposito, quanto più bello è dialogo, rispetto a engagement?)

Ci è sembrato che il punto di partenza ideale, per conversare con un brand di dolci, fossero le ricette.

Il blog creato da Monkey Business è dedicato alla figura della fondatrice del Gruppo Vicenzi e si rivolge a tutti i golosi e golose online, proponendo loro la pubblicazione delle proprie ricette, con foto.

In cambio, ricevono una copia dell’ambito ricettario “Voglia di dolci”, di 95 pagine.

.

.

L’impianto editoriale del blog prevede – oltre ai post delle ricette – una scheda dedicata a ogni persona, dove si pubblica la  raccolta delle sue ricette, completata (se lo desidera) dalla sua foto dai riferimenti della sua presenza online.

Settimanalmente, inoltre, viene pubblicato un post legato ai temi della… dolcezza, trattati da un punto di vista diverso, per esempio culturale (in un blog così, come non citare le Madeleines di Proust?), oppure legato alla salute (si parla di dolci e celiachia, qui). Il tutto senza mai togliersi il gusto della curiosità e del divertimento.

MatildeTiramiSu dialoga con i propri fan anche su Facebook, Friendfeed, Flickr (dove pubblica tutte le immagini delle ricette) e su Twitter, con dolcissimi sweet tweets.
.

Read More

Read More

Read More

Può capitare che qualche cliente ci chieda un lavoro in 5 minuti.

Nell’arco di 23 anni di pubblicità, abbiamo visto fare fatto campagne in taxi andando dal cliente, script su un volo Milano-Roma, intere presentazioni in una notte.

Non ci spaventiamo.

In effetti, non ci mettiamo mai 5 minuti… semmai 23 anni e 5 minuti.

Read More

Il nuovo ebook della serie “marketing horror” di Web Marketing Garden.

Anche questa volta (dopo il primo “web marketing horror”) con l’agghiacciante art direction di Laura, bravissima a interpretarne lo spirito.

Email marketing horror, con le sue 26 pagine di errori/orrori, è disponibile gratuitamente qui, da oggi.

[UPDATE 4 SETTEMBRE – Il nostro ebook ha avuto una importante recensione, qui. Grazie!]

Read More

Chi è stato un giovane copywriter sa bene cosa significa “inventare un titolo da mettere su una foto”: è una delle cose che si chiedono ai ragazzi per testare la loro capacità di formulare titoli interessanti, interpretando una foto e, naturalmente, un prodotto.

Beh, di certo non sono più un giovane copy, eppure mi diverto come allora!

Read More

La nuova campagna Febal “piazze italiane” è nata.

Italia è la parola d’ordine, Ascoli Piceno e Venezia le piazze “testimonial”, Taste of Italy il payoff.

Siamo molto fieri di questo risultato, che rappresenterà Febal sui media di tutto il mondo a partire dall’anno nuovo (per la verità la primissima uscita italiana è sul prossimo Novella 2000, numero speciale natalizio).

L’azienda ha presentato la campagna in anteprima sul suo blog, invitando chiunque sia interessato a inviare la foto di una piazza storica italiana per la creazione delle future pagine pubblicitarie.

L’iniziativa vuole creare un’occasione di scambio con i fan della marca, sia appassionati di fotografia sia semplici estimatori dei nostri centri storici.

Importante chiarire subito, per non creare equivoci, che non è previsto alcun compenso economico. La citazione del fotografo sull’annuncio, quella naturalmente sì.

Chi vuole inviare la sua foto (max 1 MB) può farlo con una email a febal@febal.it.

Risposta garantita a tutti!

Read More