— Monkey Business: companies are communities

Archive
Coworking Project Cowo

Il marketing territoriale è al centro di tante conversazioni, con tutte le sue implicazioni di geolocalizzazione (a livello tecnologico), di sviluppo del territorio (a livello di politiche sociali), di networking (a livello di relazioni).

Tutto questo lo sentiamo profondamente, e dal 2002, quando siamo qui in Via Ventura 3 al quartiere Lambrate, abbiamo cercato di sviluppare le cose di cui sopra in vari modi:

mettendo a disposizione il nostro WiFi per tutta la zona circostante il nostro ufficio, in una logica di servizio al quartiere

– aprendo la nostra sede al coworking, nel lontano 2008

– offrendo postazioni di lavoro gratuite a tutti i nomad worker di passaggio durante il FuoriSalone VenturaLambrate, ogni anno a partire dal 2010

Ci è parso quindi un passo del tutto logico aderire alla proposta di brand building di “Made in Lambrate – #lambrate365” che sta nascendo in queste settimane.

La capacità di dialogare con il proprio territorio non è solo un fatto di CSR (Responsabilità Sociale d’Impresa) – magari non molto sentito tra piccole aziende e professionisti – ma anche un piacere personale.

Come quello di inventare un hashtag per Twitter e poi divertirsi ad usarlo tutti i giorni :-)

Made in Lambrate - Twitter hashtag lambrate365

Read More

Non capita spesso di creare una strategia che attraversi i settori e gli approcci professionali, ma il terreno che i partner Monkey Laura e Max vanno preparando fin dal 2008 con il progetto Coworking Cowo è proprio questo: il terreno della contaminazione professionale, delle aperture impreviste, dei modelli strategici inediti.

In fondo non stupisce, quindi, che uno degli spazi affiliati a Cowo – la società di servizi amministrativi Ellequadra – abbia colto l’opportunità di valorizzare la propria presenza all’interno del progetto Cowo con un progetto di comunicazione.

Sollecitato in questo senso, il team Monkey Business ha proposto di raccontare un approccio di sostenibilità nei servizi contabili e fiscali attraverso una nuova identità online, i cui riferimenti fossero appunto:

  1. i servizi amministrativi
  2. il coworking

Il tutto con la missione di…

…far incontrare coworking e servizi amministrativi, per rendere più sostenibile il lavoro in proprio.

E’ nato quindi Cowo Che Conta, un progetto di storytelling che integra un blog aziendale e una presenza sui due social network Facebook e Twitter.

Ecco perché c’è un Cowo che conta più degli altri!

Read More

Non siamo web designer, e se dobbiamo progettare un blog usiamo WordPress.com.

Con questa opportuna premessa, ci concediamo un po’ di soddisfazione per il risultato raggiunto dal restyling di CoworkingProject.com, nato quasi due anni fa, e arrivato a inizio 2011 con un carico di contenuti che ne rendeva difficile la navigazione.

Proprio la navigabilità (e di conseguenza la chiarezza) è stato il nostro intento nel progetto, tanto più che la rete di coworking Cowo è cresciuta al punto da aver bisogno di una directory suddivisa per regione!

Inoltre, la conversazione sui blog comincia a decollare nei vari Cowo, di qui la necessità di un feed in home page per ogni blog che vi partecipa, e – infine – abbiamo finalmente aggiornato l’utilissima Cowo Map, senza scordarsi di chi ce la preparò a sorpresa :-)

Ma tutto questo è niente rispetto al cuscino di Facebook, appoggiato in home page

Read More


Quando si parla di loghi, la forma, il colore, il lettering concorrono a formare identità e memorabilità. Saremo forse immodesti, ma pensiamo che il nostro marchio Cowo sia tra i più riusciti, in questo importante confronto internazionale. [Via Deskmag]

Read More

Con molto piacere presentiamo la pagina pubblicitaria per gli affiliati al network di spazi di coworking Cowo®, un progetto che abbiamo sviluppato noi di Monkey Business, dapprima con le nostre postazioni, e successivamente con un progetto di rete (già ne abbiamo parlato qui).

Gli elementi ricorrenti dell’annuncio sono il formato rotondo dell’immagine, il marchio in bianco sulla foto e il titolo “Benvenuti in uno stile lavorativo nuovo”.

Il colore di fondo, invece, può variare a seconda della preferenza del coworking affiliato… di queste tre ipotesi, ad esempio, il Cowo Sassari/Baldedda ha voluto inaugurare la presenza pubblicitaria di Cowo con un bel giallo.

La pagina pubblicitaria è pianificata sulle testate in uscita in questo periodo in Sardegna.

[UPDATE – 4/4/2011: Anche nel triveneto, il Cowo Udine/Ufficity utilizza la stessa campagna, sulle testate locali. Il format inizia ad articolarsi…]

Read More

Ventura Lambrate: siamo fieri di avere un piccolo ruolo nel nuovo polo del design milanese (scarica qui il comunicato stampa).

Coworking Fuorisalone: siamo noi di Monkey Business, con il cappello Cowo, che animeremo questa splendida iniziativa del nostro cliente Lago.

Festa al MAC567: venerdì 16, dalle 19 in poi superfestone aperto a scimmie, coworker, amici e altri animali.

Read More

Detto senza arroganza, ma viceversa con una specie di incredulo stupore, quello che sta succedendo con Cowo è effettivamente quanto descritto nel titolo.

Come qualcuno sa, le postazioni di lavoro all’interno del nostro ufficio sono aperte a coworker e visitatori (coworking, si chiama).

Per far conoscere questa attività, sconosciuta in Italia come nella maggior parte del mondo, ci siamo inventati un logo, che vedete qui sotto, e abbiamo aperto un blog.

Dopo circa un anno, viste le richieste che ci pervenivano da molte parti, abbiamo messo a punto un progetto di rete. Altro blog (stesso marchio).

E’ trascorso quasi un altro anno, la rete di coworking Cowo è cresciuta notevolmente.

Gli spazi che ora operano in Italia con la nostra insegna sono 27, i due blog totalizzano 35.000 visite all’anno, i coworker che gravitano fisicamente nei vari Cowo italiani sono stimabili in qualche centinaio.

Tutto questo progetto è stato svolto di domenica (come oggi, guarda caso!), di sera, nei ritagli di tempo.

Si tratta di un caso di marketing fondato sul passaparola (che ha raggiunto molte volte i media tradizionali, sempre in maniera non sollecitata) e ne siamo ovviamente orgogliosi.

In questi giorni, Cowo prova a crearsi una fonte di revenue pubblicitaria, attraverso un programma di banner chiamato CowoLinks.

E’ la prima volta nella mia vita che – prima di scrivere la campagna pubblicitaria – mi capita di lavorare alla creazione di un mercato, poi al prodotto, infine al medium stesso.

(Ah, i banner li vendiamo noi, quindi siamo anche… concessionari di spazi!).

Read More